“Tutti gli amanti del cinema e della musica non possono fare a meno di creare nella propria casa un po’ dell’atmosfera che si respira nell’andare a vedere un film oppure un concerto. Questo è possibile grazie ai sistemi tecnologici che vengono messi a disposizione delle utenze. I televisori in commercio di ultima generazione infatti, permettono un’immagine pressochè perfetta, grazie alla quale si può godere di un contenuto direttamente sul proprio divano di casa, senza rinunciare alla spettacolarità. Ma anche i televisori tecnologicamente più avanzati difettano nel sistema audio. Infatti è difficilissimo ricreare il Dolby Surround presente nei cinema attraverso un impianto televisivo. In soccorso degli appassionati, vengono i sistemi Home Theatre. Questi sono indispensabili se volete immergervi appieno in un film o qualsiasi altro contenuto televisivo. Ma scegliere un Home Theatre non è affatto semplice, dato che in commercio se ne trovano tantissimi. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come scegliere un Home Theatre. Innanzitutto, prima di mettervi alla ricerca di un Home Theatre, dovete valutare l’uso che ne dovete fare e lo spazio presente in casa. Infatti se avete una casa piccola, un sistema troppo grande non ha senso, anzi darebbe solo fastidio ed ingombro. Al contrario, se il televisore è situato in una stanza molto grande, allora il sistema deve essere abbastanza potente da non far disperdere l’audio nell’ambiente. Allo stesso tempo, se dovete utilizzare un Home Theatre per guardare dei film senza un supporto Blue-Ray o comunque in bassa qualità, allora un sistema troppo grande è controproducente, dato che l’audio in bassa definizione non regge le frequenze troppo alte. I sistemi Home Theatre si dividono in 2.1 e 5.1, anche se questa classificazione è piuttosto riduttiva. Infatti se pensate che un sistema 2.1 sia inferiore ad uno 5.1 vi sbagliate di grosso. Un Home Theatre è sempre legato ad un 2.1, ovvero un subwoofer e due satelliti. Il bonus che ottenete da un impianto 5.1 è quello di una maggiore immersione nel film, a discapito però della qualità dell’audio, che risulta meno definito. Se dunque disponete di un televisore senza un lettore Blue-Ray, il consiglio è quello di puntare su un Yamaha Yht, che dispone di un subwoofer e ben 5 satelliti oppure un Pioneer Htp 5.1. Se invece disponete di un impianto Blue-Ray, potete puntare su un Samsung Ht oppure un Sony Bdv-E2100. Tutto dipende comunque dalla stanza in cui viene posto l’impianto e dalla disposizione che date alle casse.

Non dimenticare mai:

  • Procuratevi un lettore Blue-Ray per una migliore qualità”

 

. fonte:verytech.smartworld

 

 

arredamento offerte roma

Facebook
Google+